registrazione telefonicaEbbene sì: la registrazione telefonica è divenuta ormai una prova indiscutibilmente legittima.

Questo è l’orientamento della Cassazione nella sentenza 5259/2017 con la quale sono stati evidenziati alcuni limiti.

Per poter utilizzare la registrazione su nastro magnetico di una conversazione telefonica come fonte di prova nel processo, è necessario che colui contro il quale la registrazione è prodotta ne riconosca l’esistenza e il contenuto e che il dialogo si sia svolto tra soggetti di cui almeno uno sia parte in causa.