stepchild1Torniamo a occuparci di stepchild adoption.

Lo scorso 6 luglio, la Corte d’Appello di Napoli ha deciso positivamente sull’adozione della partner della madre biologica del minore, nato grazie alla fecondazione assistita eterologa.

I giudici hanno ritenuto che il bambino sia frutto di un progetto condiviso: dunque anche la compagna della madre è genitore del piccolo, persino prima del concepimento, da quando la coppia decide per la procreazione assistita.

Conclude la Corte che la donna ha contribuito alla generazione del minore anche con la prestazione del consenso.